Terme Cervia

Termalismo non significa solo terapia, ma è un momento di svago e di benessere che quando si unisce ad una vacanza diventa l’occasione unica per riposarsi e rigenerare corpo e spirito.

Le proprietà termali sono note da secoli per i loro effetti benefici e da sempre le terme sono meta frequentata da tante persone, così come il nuovo Stabilimento cervese nato nel 1961 in prossimità di una pineta rigogliosa e secolare e molto vicino ad una spiaggia di sabbia fine e dorata.

„Selva e mare“ recitavano infatti le prime pubblicazioni apparse agli inizi del secolo, che ancora oggi è da considerare la formula vincente della città.

Le Terme di Cervia sono uno degli stabilimenti termali più all’avanguardia in Italia, con certificazione di qualità da dieci anni. Aperte da maggio a dicembre, offrono ai loro visitatori e pazienti, naturalmente sotto stretta sorveglianza medica, un’ampia gamma di programmi e terapie che vanno dalla palestra con attrezzature all’avanguardia, alla piscina con acqua madre ad alta salinità e ancora percorsi vascolari, solarium per l’applicazione dei fanghi termali, reparti dotati di camere per fangoterapia, bagni in vasca singola e massaggi.

Le nuove terme di Cervia nascono nel 1961, ai bordi della pineta di Milano Marittima.Sono situate a ridosso del Parco Naturale, in un paesaggio suggestivo, attrezzato con un percorso vita e chilometri di sentieri per tranquille passeggiate, a piedi o in bicicletta.

Acque e fanghi termali

Cervia ha un’acqua unica e preziosa, un’acqua “madre” che proviene direttamente dalla sua secolare salina e che già in passato era conosciuta per le sue numerose proprietà benefiche.
E’ proprio quest’acqua che riempie la grande piscina coperta.
Immersa nel verde della pineta è da considerarsi ormai parte integrante di questa, grazie alle grandi pareti a vetrata che permettono di ammirare il paesaggio.La sua acqua, che ha una concentrazione salina di 6° Baumè, viene mantenuta a una temperatura costante di 34 gradi. Mediante getti laterali, disposti ad altezze variabili, si ottiene un efficace idromassaggio subacqueo durante il percorso terapeutico. Dal soffitto, ad intervalli regolari, scende a pioggia acqua dolce a temperatura ambiente per favorire la ginnastica vascolare. Attorno alla piscina è previsto un ampio spazio per il relax attrezzato con sdrai, poltrone, lettini e video didattici per la ginnastica in acqua. La tempistica e le metodologie di immersione sono seguite e monitorate costantemente da medici e istruttori.

Oltre alla piscina principale è disponibile una piscina di dimensioni inferiori per trattamenti individualizzati con istruttore privato. L’utilizzo di questa piscina è indicato per soggetti autosufficienti, che possono integrare le terapie con massoterapia e ginnastica da utilizzare sia in acqua che in palestra.La salina non produce solo l’acqua, ma anche un singolare fango naturale che da studi chimico-biologici risulta essere uno dei rarissimi esempi di “liman” o fango di laguna, formatosi dalla lenta sedimentazione dei sali minerali, come bromo, iodio, magnesio e calcio, e delle sostanze organiche dell’acqua marina nel fondo dei bacini di raccolta delle saline. Dopo l’estrazione il fango viene mescolato con l’acqua delle saline ed applicato in uno strato sottile ad una temperatura di 40 gradi centigradi e può interessare tutto il corpo, risultando il metodo migliore per la cura di artrosi, esiti di traumi, reumatismi e patologie simili. Esponendosi all’azione diretta del sole e passeggiando o sostando nelle terrazze solarium, è possibile associare l’efficacia terapeutica della fangoterapia a quella del’irraggiamento solare.